Negozio online falso Pre SIHH 2011: Montblanc Villeret 1858 Vintage Pulsographe

Ci separano oramai pochi giorni dall’evento SIHH 2011. Montblanc Prezzi Replica Orologiha mostrato in anteprima Villeret 1858 Vintage Pulsographe, un cronografo di manifattura che conferma quanto le linee classiche di un tempo continuino a influenzare le sue creazioni. A questa novità dedico una lunga recensione. E un “cronografo medicale”: fino a qualche decennio fa se ne producevano parecchi.

Pre SIHH 2011: Montblanc Villeret 1858 Vintage Pulsographe

Un orologio di lusso che ti riporta diritto agli anni ’30 quando vi era un vivissimo interesse nei segnatempo in grado di misurare i tempi brevi (cronografi). Ai tempi Minerva, nata nel 1858 a Villeret e dal 2008 di proprietà Montblanc , scrisse alcune tra le sue più gloriose pagine di storia.

In quegli anni Minerva non solo si creò un nome con segnatempo caratterizzati da fini Calibri e quadranti smaltati , ma fu anche fornitrice di esclusivi movimenti meccanici costruiti per conto di illustri Maison.

Il cronografo Villeret 1858 Vintage Pulsographe

Il suo nome evidenzia la famosa scala pulsometrica, adottata dai medici per misurare il battito cardiaco e il periodo in cui essa fu per loro quasi indispensabile. Un altro aspetto che risalta nel Vintage Pulsographe, e che quasi stupisce, sono le dimensioni della sua cassa che misura 39 mm: oggi anche gli orologi dallo stile più classico ed elegante sembrano di regola superare di parecchio questi valori.

Il Calibro MBM 13.21 che lo equipaggia fonda le sue basi sull’approccio classico alla cronografia dell’Alta Orologeria: controllo delle funzioni tramite ruota a colonne e accoppiamento con ruota orizzontale. E’ un cronografo monopulsante quindi il suo funzionamento è sequenziale: la prima volta che si preme il pulsante la lancetta dei secondi parte, la seconda si arresta, la terza ritorna a zero. Una volta fermato non è possibile far ripartire la misura prima di resettarlo: porta con sé il fascino dei primi cronografi.

Il funzionamento si può ammirare dal fondello trasparente e l’intero meccanismo a monopulsante è decorato a mano: tutti i particolari come leve e molle sono lucidati nella superficie piana e satinati lateralmente, tutti gli angoli sono smussati. Le platine e i ponti sono in rodiate con finitura argentata, i ponti sono lucidati e finiti a Côtes de Genève e la pallida tonalità argento contrasta con il rosso vivo dei rubini. Il movimento pulsa a 2,5 Hz che corrispondono a 18.000 alternanze/ora: anche il suo passo è vintage. Se da una parte questo implica una fine regolazione, il Villeret 1858 Vintage Pulsographe permette misure che si avvicinano a una precisone di 1/5 di secondo. Il Calibro riceve l’energia da un grande bariletto di carica rifinito nella parte superiore a perlage sebbene non lo si possa vedere.

Il quadrante smaltato a Grand Feu

Come negli altri orologi della collezione Villeret 1858 il quadrante del Vintage Pulsographe è in oro massiccio e ricoperto di smalto portato a 850° C con l’antica tecnica Grand Feu. Questo procedimento di fatto fa sì che ogni quadrante sia un pezzo unico. La scala esterna è quella pulsometrica ed è di color rosso: su di essa appare la scritta GRADUÉ POUR 30 PULSATIONS”. Seguono procedendo verso il centro quella dei minuti e quella dei secondi divisa in sottopassi di 1/5, poi i numeri arabi delle ore e infine un’altra scala delle ore numerata da 13 a 24. A ore 9 si trova il contatore dei secondi continui, a ore 3 quello dei 30 minuti.

Breve storia della scala delle pulsazioni

Montblanc riporta che circa ottanta anni fa i primi cronografi da polso furono utilizzati dagli ufficiali dell’artiglieria e dai medici. Grazie a loro i militari potevano calcolare con precisione le traiettorie balistiche dei proiettili mentre i dottori potevano misurare la frequenza cardiaca senza doverla contare per un intero minuto.
Un medico che indossava un cronografo munito di scala pulsometrica poteva far partire il cronografo nel momento in cui palpava le pulsazioni del paziente. Se la scala era regolata per 30 pulsazioni egli poteva alla fine del trentesimo battito fermare il conteggio: la lancetta avrebbe indicato con esattezza il valore sulla scala.

E’ curioso, ma questa procedura faceva effettivamente risparmiare durante la giornata parecchio tempo, specialmente negli affollati ambulatori. Questo è il motivo per il quale fu chiamato cronografo medicale.

Montblanc Villeret 1858 Vintage Pulsographe sarà costruito in due edizioni limitate, ciascuna di 58 esemplari, in oro rosso e in oro bianco.

Al momento non si conoscono ancora i prezzi di vendita al pubblico.

contaminuti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *